Al RetroBit Lab ci divertiamo a fare cose semplici con materiale di recupero. In questo articolo mostriamo un piccolo adattatore atx to Amiga.
I vantaggi sono fondamentalmente 2:
– Preservare l’alimentatore originale (gli alimentatori pc sono ampiamente reperibili)
– Alimentare a dovere un Amiga espanso (talvolta gli alimentatori originali hanno amperaggi “stretti”)

Materiale utilizzato:
– Scatola di puntine vuota (la mia preferita per tante attività)
– Un’interruttore recuperato da un alimentatore morto
– Connettore ATX recuperato da una scheda madre morta. Questo è un pò difficile da trovare in commercio, ma il mondo è pieno di schede madri morte.
– Cavo con connettore power amiga recuperato da un alimentatore morto (e lo so, è una moria…)

Questo è il materiale utilizzato da noi, ma rispettando lo schema dei cablaggi il limite è la fantasia, potete usare quello che vi pare.

Lo schema dei voltaggi si trova facilmente in rete. Ricordate che lo standard ATX esiste in 2 versioni: 1.0 e 2.0. Il primo ha 20 pin, il secondo 24. Trovate i voltaggi necessari(+12, -12 e +5) in entrambi gli standard.

Il tutto è compatibile con A500, A600 e A1200.

EDIT: Mi è capitata fra le mani una scatoletta di qualcosa Oral B, che è altrettanto idonea al lavoretto 🙂
Ho aggiunto le foto alla galleria.

 

Link alla discussione: FORUM